SALVADOR DALì

 

 

Il divino illustratore


“Ogni mattino al risveglio, provo un piacere supremo, il piacere di essere Salvador Dalì”.

Salvador Dalì

Salvador Dalì, geniale ed eccentrico artista dall’espressività multiforme, scelse se stesso come tema centrale di tutta la sua attività: pittore, scultore, disegnatore, poeta, uomo di cinema insieme all’amico Buñuel, ma sempre, fortemente, Dalì.


Poco si è detto però del suo talento di incisore, un lavoro che lo impegnò per circa un quarto di secolo, condotto attraverso una molteplicità di materiali e di tecniche.



La scoperta degli oggetti d’oro forgiati da Dalì si è rivelata di straordinaria ricchezza: medaglie-monete create dall’artista con l’effige sua e della compagna Gala, emblemi sacri o esseri immaginari.

 

Oggetti unici creati dalla genialità poliedrica di Dalì che affiancano una ricca collezione di Flordalì, incisioni originali a punta secca di fiori e frutta, insieme agli ultimi disegni relizzati dal grande artista, "la recherche de l'immortalité", una chicca esclusiva della mostra. Pervasi da un’atmosfera onirica hanno reso omaggio alla materia e alla vita, in linea con quello che Valéry ha chiamato “le forze combinatorie dello spirito”.




Padova, Museo al Santo 26 settembre - 14 novembre 2004