MICHEL COMTE

 

Not only women

Crescendo fotografico




“Il corpo umano è la migliore immagine dell’anima umana”

Ludwig Wittgenstein

 

Sono stata vicina a Comte in una città incantata come Praga: guardare come egli vede e ritrae il mondo attraverso la sua macchina fotografica è un’esperienza emozionante.

 

Con una rapidità che è solo sua riesce a trasmettere una passione inesauribile. Solo un telento vero può consentire allo spettatore non solo di cogliere ma anche di “sentire” l’immagine. Forse quel ritratto lo aveva già fatto mille volte dentro di sé...del resto un grande fotografo è anche un bravo psicologo, come lo sono stati Cecil Beaton, Cartier-Bresson.

 

Le sue foto ci mostrano dei corpi, dei visi conosciuti, ma non si fermano mai alla superficie troppo facilmente desiderabile della pelle, ci spingono oltre: sentiamo la poesia dello sguardo, la narrazione di un ritrattista di grande classe per cui le parole non riescono mai a rendere il senso di ciò che il fotografo riesce a fermare con l’obbiettivo, ed ecco che quelle immagini diventano icone uniche.

 

Questa mostra, con un centinaio di fotografie tra le più significative nella trentennale carriera del grande fotografo, accende i riflettori sulla sua capacità di catturare un pezzo di storia del nostro tempo e di imporre un suo mondo visivo.

 

 

Not only women
Lucca, Lu.C.C.A., 20 novembre 2012 - 23 gennaio 2011
Praga, Leica Gallery Prague, 18 febbraio - 3 aprile 2011

 

 

Crescendo Fotografico
Milano, Triennale di Milano, 10 maggio - 3 luglio 2011